Home arrow Sport
Sport
Scalciati fuori Stampa E-mail
"Il Manifesto", 19 giugno 2002

Dopo la migliore e più sfortunata prova della nazionale di Trapattoni al mondiale d'oriente finita con l'eliminazione della squadra azzurra contro la Corea, tre cose sono palesi. Primo, l'arrogante Italia calcistica dei magnati che comprano giocatori stranieri a miliardi ma non vincono nulla, fanno debiti e non riescono a eleggere un presidente della lega professionistica da mesi, conta presso gli organismi internazionali meno della Malesia o delle Isole Salomone. Secondo, il movimento footballistico del nostro paese, malgrado la praticità di Trapattoni, è risultato tecnicamente molto più modesto del pensabile, come dimostrano le sette, otto palle gol sbagliate anche contro la Corea, che per noi continua ad essere infausta tanto se è del Nord quanto se è del Sud. Terzo, mai come in questa coppa del mondo 2002 tutto pare deciso da tempo e a tavolino e il nostro sistema parolaio dovrebbe prenderne coscienza fino in fondo.

Leggi tutto...
Il Trap e la fragilitÓ dei club Stampa E-mail
"Il Manifesto",  11/06/02


In ventiquattro ore Giovanni Trapattoni, l'allenatore di calcio più vincente del nostro paese, è diventato improvvisamente un incapace.

Un sondaggio del Processo del lunedì del prode Biscardi avrebbe stabilito che il 65% degli italiani già non lo vorrebbe più come C.T. della nazionale. I suoi ripetuti successi con la Juventus, l'Inter, il Bayern Monaco e perfino con la Fiorentina che mise sotto l'Arsenal, a Wembley, in Champion League sarebbero già dimenticati, cancellati nell'immaginario collettivo dopo la sconfitta subita in Giappone ad opera dei croati (terzi nel mondiale ‘98). E questo malgrado un guardalinee ed un arbitro inadeguati abbiano chiaramente sottratto al bottino degli azzurri due dei tre goal segnati e valutati alla moviola (ma anche per chi era allo stadio di Ibaraki) assolutamente regolari.

Leggi tutto...
Nel pugno del piu' grande Stampa E-mail
"Il Manifesto",  17 Gennaio 2002

L'altro giorno sul Corriere della Sera ho letto che uno scrittore nordamericano di nome Mark Kram, autore del libro I fantasmi di Manila sul terzo match fra Muhammad Alì e Jorge Frazier, afferma che quella di the greatest, non fu vera gloria. Secondo lui non è stato un eroe, bensì è stato "manipolato dai mussulmani neri".

Kram, che già nel suo libro aveva messo in discussione perfino la bravura pugilistica del campione (indiscutibile per chiunque) non sopporta evidentemente Alì e sembra uno di quei disinvolti "columnist" convinti che scrivere il contrario di ciò che è palese a tutti (anche quando non si hanno argomenti e prove) rende al proprio ego perché regala immeritata curiosità da parte della gente. (...)

L’articolo completo potrà essere letto nel libro Politicamente scorretto 2 edito prossimamente da M. Tropea Editore. 

Leggi tutto...
Non sar˛ mai un uomo comune: Maradona e la sua vita Stampa E-mail
Latinoamerica n.75, n.2, apr/giu 2001

L’occasione per l’intervista-confessione con Diego Maradona, al termine dell’anno più drammatico della sua vita e che Raidue ha trasmesso giovedì 24 Giugno alle 23:00, è stata il viaggio a Roma, qualche mese fa, per il programma televisivo di Milly Carlucci e l’accoglienza stravagante riservatagli dal ministro del Tesoro che, per l’esigenza di notificargli una ingiunzione di pagamento di cinquanta miliardi, in gran parte dovuta a diritti di mora, invece di mandargli un funzionario in borghese, come sarebbe stato normale, gli ha fatto trovare all’aeroporto una trentina di finanzieri in divisa.


Leggi tutto...
<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 8 Prossimo > Fine >>

Risultati 25 - 28 di 32
Chi Ŕ online
Abbiamo 68 visitatori online
GME Shop

Warning: mysql_fetch_row(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /web/htdocs/www.giannimina.it/home/stats/php-stats.recphp.php on line 466