Home arrow Musica
Musica
Da Zero a mito:l'arte di dar voce ad una generazione emarginata Stampa E-mail

 da Vivaverdi marzo/aprile 2009

 

 La luce dei vecchi lampioni a via della Lungaretta allora era fioca, o meglio, giocava con l’ombra dei palazzi.

Con Giorgina, la mia prima moglie, avevamo accompagnato dei suoi parenti a mangiar pesce a piazza Santa Maria in Trastevere. (...)

L’articolo completo potrà essere letto nel libro Politicamente scorretto 2 edito prossimamente da M. Tropea Editore.

 

 

Laura Pausini: una ragazza di provincia con un respiro mondiale Stampa E-mail
da Vivaverdi, novembre-dicembre 2008

L’ultimo dei grandi chansonnier francesi, Charles Aznavour, sulla soglia degli ottantacinque anni, nel suo cd di duetti che riunisce le canzoni composte in una lunga vita, ha voluta lei, Laura Pausini, al suo fianco come unica voce italiana.
Gli altri compagni di viaggio sono stati Elton John e Paul Anka, Liza Minelli e Celine Dion, Sting e Julio Iglesias, Carole King e la greca Nana Mouskouri, Bryan Ferry e Johnny Holliday, tutte icone della musica popolare degli ultimi quaranta anni  in tanti paesi del mondo. (...)

L’articolo completo potrà essere letto nel libro Politicamente scorretto 2 edito prossimamente da M. Tropea Editore.

 

Doņa Lea e i cantautori brasiliani Stampa E-mail
"Vivaverdi" , novembre 2007  

Il 20 ottobre, prima del concerto di Toquinho al Sistina, Vincenzo Vita, assessore alla cultura della Provincia di Roma, ha premiato Lea Millon.

Nella inebriante stagione, alla metà degli anni ' 70, in cui Franco Fontana , a Roma con i Lunedì del Sistina , ebbe il grande merito di rompere il pregiudizio delle multinazionali del disco e sdoganò in Italia la musica popolare brasiliana, rendendola finalmente familiare al nostro pubblico, doña Lea ebbe sicuramente un ruolo fondamentale. (...)

L’articolo completo potrà essere letto nel libro Politicamente scorretto 2 edito prossimamente da M. Tropea Editore.

 

Leggi tutto...
L'importante lezione degli spaghetti western Stampa E-mail
"Viavaverdi" settembre 2007  

Il 64° Festival di Venezia si è aperto con un omaggio a Sergio Leone , con la copia restaurata del film Per un pugno di dollari , l'opera prima delle cinque che il grande regista dedicò, a partire dal 1964 e fino al 1971 con Giù la testa , al genere western che riscrisse, reinventò nei modi di girarli e negli svolgimenti dei racconti. Una rivoluzione estetica e di contenuti proprio mentre le storie della frontiera o dei cowboy, malgrado autori come Sam Peckinpah o l'indipendente Monte Hellman , sembravano tramontare nel mercato nordamericano.(...)

L’articolo completo potrà essere letto nel libro Politicamente scorretto 2 edito prossimamente da M. Tropea Editore.

 

Leggi tutto...
<< Inizio < Precedente 1 2 3 4 5 6 7 Prossimo > Fine >>

Risultati 1 - 4 di 26
Chi č online
Abbiamo 31 visitatori online
GME Shop