Home arrow Archivio arrow Attualitā arrow Benvenuti
Benvenuti Stampa E-mail
"Il Manifesto",  01/10/2000


Fino a poco tempo fa collaboravo a “Repubblica”, nelle pagine sportive, al “Corriere della sera” in quelle della cultura, a “L'Unità” su argomenti di politica estera e in Rai, con reportages, documentari, dirette, varietà, storie. Per varie circostanze questo tipo di impegno non mi è stato più possibile.

L'avvento di Internet e del suo incredibile potenziale di comunicazione, per ora incontrollabile e non sottomettibile a censura o a qualunque tipo di interessata rimozione, mi ha permesso di ritrovare il gusto di scrivere quando voglio e come voglio su argomenti che conosco per esperienza di vita e per pratica professionale e di scavalcare così ogni difficoltà di fare accettare una riflessione, una intervista, un reportage scomodi, o ritenuti stupidamente fuori moda.

Così, in pochi mesi, ho varato un sito personale (www.giannimina.com ), ho rilevato una gloriosa rivista culturale "Latinoamerica" che sarà divulgata anche in rete (www.giannimina-latinoamerica.it) ed infine mi sono fatto convincere da Angelo Donati a diventare, con i miei siti, un inquilino del portale Bravaitalia e con uno spazio personale intitolato "Il mondo di Minà", anche uno dei testimoni di questo nuovo motore di comunicazione.

Mi piace l'idea di parlare anche ai sessanta milioni di italiani sparsi nel mondo e spesso costruttori e protagonisti delle società dove vivono. Io li conosco bene. Ho lavorato molto con loro, specie negli Stati Uniti e in Canada e poi in Argentina, in Uruguay, in Brasile. Per questo non mi ha stupito che, perfino in Australia, a Sidney, la città che ha appena ospitato le Olimpiadi, il sindaco fosse di radici italiane. Sono persone laboriose, creative, spesso meno supponenti e provinciali di molti che vivono in Italia, perché si sono confrontate da subito, fin dalla nascita o dalla gioventù, con altre realtà che li hanno arricchiti culturalmente e forgiati alla tolleranza e alla solidarietà.

Sono italiani spesso romantici con il culto della memoria, proprio quell'esercizio che sembra invece fuori moda ora nella loro terra d'origine che, spesso, ha dimenticato e dimentica questa altra e numerosa Italia che vive all'estero.

Così mi è sembrato interessante, perfino intrigante andare controcorrente e mettere a disposizione di Bravaitalia i miei ricordi di cronista, ma anche un archivio (specie di argomento sportivo) che porterà acqua a chi non s'arrende all'idea di essere solo un consumatore, ma è felice di cercare la propria identità sociale e culturale, studiarla e toccarla con mano.

La mia rubrica in Bravaitalia, come ho scritto, si chiamerà "Il mondo di Minà" e recupererà storie, interviste, reportages di grandi italiani, specie dello sport, settore giornalistico con la quale ho cominciato. Per questo collaborerò anche a un'altra delle sezioni del portale intitolata "Il villaggio del calcio" e sarò il consulente per molte altre iniziative che coinvolgono i ricordi, gli interessi, i gusti, le vicende degli italiani all'estero di prima, seconda e terza generazione che vogliono sapere tutto delle loro radici.

Anche i siti di mia proprietà, d'altronde, tengono presente questo amore per la memoria, senza il quale non esiste né il giornalismo, né la cultura.

www.giannimina.it è diviso in sei sezioni: il tema del giorno, America Latina, costume e società, sport, musica, produzioni audiovisive, dove più che mai è prevalente una linea che cerca di interpretare il presente partendo sempre dai fatti del passato che bisogna conoscere per capire.

www.giannimina-latinoamerica.it , non solo racconta un "continente desaparecido" per buona parte dell'informazione italiana ed europea, ma lo fa con le parole di scrittori come Luis Sepulveda, Eduardo Galeano, Paco Ignacio Taibo II, Daniel Chavarria, Jorge Amado, Frei Betto, Rigoberta Menchù, veri giganteschi protagonisti della vita dei loro paesi dove la presenza italiana è numerosa e vitale e dove quindi la loro letteratura rappresenta spesso una chiave per interpretare la difficile quotidianità e cercare di superarla.

Spero che questo incontro con Bravaitalia produca molte altre iniziative e idee che servano ad avvicinare di più a noi non solo gli italiani che vivono lontano, ma anche i popoli dove hanno trovato accoglienza e con i quali i nostri connazionali hanno costruito, magari, una nuova società.

< Precedente   Prossimo >
Chi č online
Abbiamo 18 visitatori online
GME Shop

Warning: mysql_fetch_row(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /web/htdocs/www.giannimina.it/home/stats/php-stats.recphp.php on line 466