Home arrow Sport arrow Tragica fine di Tiberio Mitri campione dell'Italia della ricostruzione
Tragica fine di Tiberio Mitri campione dell'Italia della ricostruzione Stampa E-mail
"Il Manifesto", 15 Febbraio 2001

Era ironico, smagato , simpatico, ma anche un po' viziato. Nella sua vita ne aveva viste e combinate di tutti i colori, ma c'era stato sempre qualcuno che lo aveva perdonato o che aveva accettato i suoi eccessi solo scuotendo la testa, o che aveva fatto in modo che il suo istinto all'autolesionismo non diventasse estremo.

Ma ieri mattina, Tiberio Mitri, il più bel pugile dell'Italia del dopoguerra, era rimasto solo, drammaticamente solo, come ormai purtroppo era consuetudine da qualche tempo. E un treno di pendolari che va da Roma a Civitavecchia, in un'alba livida, ha fatto scempio di quel suo bel corpo asciutto, da atleta e da attore, che fino a poco tempo fa mostrava ancora con vanto, malgrado avesse passato i settant'anni. (...)

L’articolo completo potrà essere letto nel libro Politicamente scorretto 2 edito prossimamente da M. Tropea Editore. 


< Precedente   Prossimo >
Chi č online
Abbiamo 41 visitatori online
GME Shop