Home arrow Produzioni Editoriali arrow Continente Desaparecido
Continente Desaparecido Stampa E-mail

Rigoberta Menchú con Dante Liano
La grotta magica
Sperling & Kupfer Editori
La piccola Ixkem ha ricevuto dal nonno una missione delicatissima: diventare la custode dei ricordi, delle conoscenze, della saggezza della sua gente. E' un compito faticoso per una bambina, ma Ixkem non si è persa d'animo… Una favola nata dall'antica tradizione maya che insegna l'importanza dello scambio fra i popoli e dell'amore per la propria terra.


S. Calvani, M. Melis
Saccheggio globale
Sperling & Kupfer Editori
Trafficanti di droghe, armi e persone, sfruttatori di lavoro forzato, falsificatori di documenti di identità e finanziari, ladri telematici, predatori di legno, pietre preziose, pelli pregiate, e altre risorse naturali, riciclatori di denaro sporco, broker di organi umani, killer a contratto, terroristi...Alle nuove specializzazioni della criminalità, nate e cresciute grazie alla globalizzazione, si intrecciano attività che sembravano debellate e invece riaffiorano protervamente, come la pirateria e le più recenti forme di schiavitù. I moderni gangster sfruttano tutte le possibilità offerte dalla tecnologia più sofisticata e da un mercato privo ormai di frontiere e agiscono quasi indisturbati, proliferando là dove gli Stati sono schiacciati dal degrado politico e amministrativo, dove si sono sviluppate forme di capitalismo selvaggio che hanno ridotto in miseria la popolazione, dove la legalità è scomparsa a vantaggio del profitto. Basato su documenti ufficiali raccolti ed elaborati nell'ambito dell'Onu, Saccheggio Globale fornisce un inventario di queste attività criminose, che rappresentano un concreto e grave pericolo per la sicurezza individuale e collettiva, e che non possono essere considerate semplicemente un compito per le polizie dei vari paesi. Le risposte di tipo solo repressivo o militare si sono infatti già dimostrate chiaramente insufficienti. Se si vuole sperare di sconfiggere realtà spaventose quali il terrorismo, il traffico di piccoli schiavi, o l'annientamento delle risorse ambientali è necessario aggredire le radici del fenomeno, ovvero sanare la povertà, le disuguaglianze sociali, le persecuzioni, le ingiustizie e tutte quelle situazioni (come l'affermarsi di un mercato senza regole) nella quali più facilmente attecchiscono le radici del crimine e della guerra .

Felice Casson
La fabbrica dei veleni
Sperling & Kupfer Editori
157 morti di tumore, 120 discariche abusive e 5 milioni di metri cubi di rifiuti tossici, un colosso dell'economia italiana sotto accusa: il processo al Petrolchimico di Porto Marghera, iniziato nel 1998, si è presto rivelato un caso clamoroso, concluso nel 2004 con la condanna di numerosi dirigenti di Enichem e Montedison. Felice Casson, pubblico ministero, ricostruisce la lunga inchiesta e lo scellerato "patto del silenzio" sottoscritto dalle maggiori industrie chimiche mondiali per tenere segreti i dati sulla pericolosità del cloruro di vinile. Con il ritmo di un film d'azione, il libro svela il complesso disegno del caso: le scoperte di un caparbio medico di fabbrica, le reazioni dei vertici aziendali, i sospetti degli operai, i ricatti politici, gli scontri della fase processuale.

 

 

Zelia Gattai
Un cappello da viaggio
Sperling & Kupfer Editori
I due viaggi che danno l'avvio e chiudono il libro rappresentano due episodi importanti della vita di Zelia Gattai. Tra questi due momenti si sviluppa il racconto dei primi anni trascorsi insieme a Jorge Amado, il comune impegno politico, la passione letteraria, la collaborazione con personaggi eccezionali, dal poeta Pablo Neruda al rivoluzionario Carlos Marighella. Con questo libro, Zelia Gattai ha voluto rendere omaggio all'uomo con cui ha condiviso un'esistenza intensa e una straordinaria storia d'amore.

 

 

Patricia Verdugo
Gli artigli del puma
Sperling & Kupfer Editori
Il Puma è un elicottero tristemente famoso in Cile. Subito dopo il golpe che destituì il presidente Salvator Allende nel 1973, una squadra militare si spostò con questo mezzo per tutto il paese, atterrando improvvisamente in luoghi da cui venivano prelevate persone delle quali non si sarebbe saputo più nulla. Uno sterminio che preparò il terreno al lungo regime di Augusto Pinochet. In anni di ricerche, Patricia Verdugo ha raccolto testimonianze e prove, che costituiscono un definitivo verdetto di colpevolezza per il dittatore.

 

 

 

Patricia Mayorga
i Il condor nero
Sperling & Kupfer Editori
Bernardo Leighton, fondatore della Democrazia Cristiana in Cile, era stato un oppositore del socialista Salvador Allende, eletto presidente nel 1970. Tuttavia, quando tre anni più tardi, questi fu rovesciato dal golpe della Giunta Militare presieduta da Pinochet, condannò prontamente l'intervento della forze armate. Espulso dal suo paese, alla fine del 1974, Leighton si rifugiò in Italia. Ma la sera del 6 maggio 1975 qualcuno sparò a lui e alla moglie. I due si salvarono, ma le conseguenze fisiche e psicologiche dell'attentato impedirono all'uomo di continuare la sua battaglia contro la dittatura. La macchina della repressione poteva contare, a livello internazionale, sulla collaborazione di quei paesi latinoamericani legati fra loro dall'Operazione Condor, e le mani armate dall'organizzazione appartenevano a estremisti di destra, terroristi e mercenari reclutati in america come in Europa. In Italia i più coinvolti erano gli attivisti di Avanguardia Nazionale e Ordine Nuovo. Patricia Mayorga segue alcune delle piste aperte dalle indagini sull'Internazionale Nera, mettendo in luce in particolare i vincoli che legavano il regime di Santiago a personaggi storici di quella che fu definita in Italia la "strategia della tensione".

 

 

Zelia Gattai
Citta' di Roma
Sperling & Kupfer Editori
Nel 1980 la nave Città di Roma salpò da porto di Genova, con il suo carico di immigrati diretti in Brasile. Fra loro c'erano i Da Col, una famiglia cattolica veneta, e i Gattai, anarchici toscani. Diversi anni più tardi, Ernesto Gattai e Angelina Da Col, due dei bambini sopravvissuti alla durissima traversata, si innamorarono, si sposarono ed ebbero dei figli: così entra in scena Zélia, cresciuta in una grande, allegra famiglia di gente coraggiosa, sempre in lotta per i propri ideali. Dopo molti anni, i piccoli e grandi eventi che segnano il tempo felice della sua infanzia, i ricordi infantili e i gustosi racconti dei parenti diventano istantanee di un album di famiglia vario e colorato.

 

 

Rigoberta Menchú con Dante Liano
Il magico mondo di Chimel
Sperling & Kupfer Editori
Questo volume riunisce tre stoie che narrano di un popolo antico, quello dei maya. La bambina di Chimel è il racconto fiabesco dell'infanzia di Rigoberta Menchú, vissuta in un piccolo paese immerso nella magica natura del Guatemala; Il vaso di miele riporta nel mondo incantato della tradizione indigena, abitato da strani animali e buffi personaggi dai poteri prodigiosi; L'eredità segreta ci fa scoprire, grazie alla sua intrepida, giovanissima protagonista, l'esistenza di bizzarri spiritelli molto saggi che custodiscono i segreti della Terra. Leggende fantasiose, curiose e ricche di poesia, illustrate da disegni originali, nelle quali si ritrovano la bellezza e la profondità degli insegnamenti di una civiltà millenaria: l'importanza di ascoltare la voce della natura, di essere fedeli alla missione che è stata affidata a ciascuno di noi, di cercare l'armonia con tutti gli esseri viventi.

 

 

S. Lamrani (a cura di)
Il terrorismo degli Stati Uniti contro Cuba
Sperling & Kupfer Editori
Una raccolta di saggi di alcuni dei più prestigiosi intellettuali nordamericani e non, sull’attività eversiva portata avanti negli anni da gruppi di cubano-americani della Florida contro l’Isola della Revolución. Un’attività criminosa che ha causato più di tremilacinquecento morti. In particolare il libro documenta la storia di cinque agenti dell’intelligence cubana infiltrati a metà degli anni Novanta nella società nordamericana per cercare di smascherare le centrali di queste azioni dinamitarde. I cinque riuscirono a reperire le prove delle azioni criminose e il governo dell’Avana le segnalò all’allora presidente Clinton. ’Fbi, invece di neutralizzare i terroristi, arrestò per spionaggio i cinque cubani.

 

 

Leonardo Martinelli
Michelle Bachelet La Primavera del Cile
Sperling & Kupfer Editori

Michelle Bachelet, la prima donna che si sia insediata alla Moneda, rappresenta davvero qualcosa di nuovo, in Cile. Grazie alla sua storia personale, ha potuto gettare un ponte fra il vecchio e il nuovo Cile e trovare appoggio in ambienti differenti. E’ figlia di un militare, il generale Alberto Bachelet, accusato di tradimento per la sua lealtà a Salvador Allende e morto nelle carceri di Pinochet. Lei stessa è stata rinchiusa a Villa Grimaldi, il principale centro di tortura nel periodo del regime, e costretta all’esilio nella ex Germania democratica. Leonardo Martinelli ha ricostruito la vita privata e politica della presidenta attraverso un’intervista esclusiva e decine di testimonianze.

 

 

Italo Moretti
L'Argentina non vuole più piangere
Sperling & Kupfer Editori

In Argentina, il 24 marzo 1976, i militari rovesciano il debole governo della vedova di Peron. Il colpo di Stato è considerato inevitabile dalla maggioranza della gente e della stampa internazionale: dalla morte di Peron, infatti, è in atto una lotta sanguinosa fra la destra e la sinistra del peronismo, in un crescente vuoto di potere aggravato dalle difficoltà finanziarie. Ma questo, il sesto in cinquant'anni, non è il "solito, periodico golpe". Si scatena una repressione indiscriminata, si aprono le prigioni segrete, si moltiplicano i desaparecidos. E' l'inizio di un lungo periodo buio che non finirà neppure con il crollo della dittatura, avvenuto nel 1982. Si assisterà infatti a uno stentato ritorno della democrazia e a una nuova crisi economica.

 

 

Eduardo Galeano
Parole in cammino
Sperling & Kupfer Editori

"Voci raccolte per strada e sogni a occhi aperti, realtà farneticate e deliri realizzati, parole erranti che ho trovato o che mi hanno trovato." Così Eduardo Galeano definisce le storie che raccoglie da molti anni, sistematicamente, nei suoi viaggi intorno al mondo, ma soprattutto in America Latina, e poi riscrive trasfigurandole con la sua poesia. Quelle contenute in questo libro sono leggende, credenze popolari, apologhi delle tradizioni indigene, brevi racconti filosofici o mistici, frammenti onirici: narrazioni senza tempo che ci parlano tuttavia del presente, invitandoci a esercitare il dubbio rispetto alla realtà quotidiana, a guardarla da una diversa prospettiva. Come accade anche in altri suoi libri, lo scrittore uruguayano infrange, in "Parole in cammino", i limiti del genere letterario fondendo prosa e poesia, completando o commentando il testo con le suggestive illustrazioni dell'artista brasiliano José Francisco Borges, componendo, con innumerevoli timbri, una voce collettiva che celebra il mistero e la meraviglia della vita umana.

 

 

Jaime Avilés
Il giorno che Marcos passò nel mio villaggio
Sperling & Kupfer Editori, pp.207

Serapio Bedoya ha quarant'anni e si sente una cartuccia sparata: ha abbandonato troppe donne, è troppo spesso senza soldi e una perenne inquietudine tormenta il suo lavoro di giornalista e la sua aspirazione di scrittore teatrale. Ma un giorno si sveglia con un prurito furibondo alla pianta dei piedi per un attacco di parassiti tropicali e poco dopo è trafitto dalla visione di Nausicaa, «la più bella che mai occhi umani abbiano ammirato», e dopo ancora un titolo a otto colonne su un quotidiano locale gli accelera inaspettatamente la circolazione sanguigna: «Gli zapatisti dichiarano guerra al governo e all'esercito». Sembra una notizia riesumata dall'inizio del Novecento e invece è proprio il giornale del 2 gennaio 1994, domenica. Questi eventi, solo apparentemente estranei tra di loro, danno l'avvio al romanzo e cambiano la vita del cronista: seguendo le tracce di una donna bella e volubile, Bedoya si ritroverà immerso nella realtà del Chiapas tra gli uomini del subcomandante Marcos, catturato dalla sfida di raccontare la lotta di quello strano esercito di indigeni discendenti dei maya, laceri e stanchi, che stanno rimettendo in moto la storia, ribellandosi all'oblio nel quale li hanno relegati cinquecento anni di conquista, ingiustizia e sopraffazione. Ironico, amaro, tenero, il libro di Jaime Avilés sull'avventura zapatista racconta la storia di un uomo all'inseguimento delle due cose che più contano nella vita: l'amore e la libertà.

 

 

Giulio Girardi
Che Guevara visto da un cristiano.
Il significato etico della sua scelta rivoluzionaria

Sperling & Kupfer Editori, pp. 306

Un cristiano, teologo e sostenitore della non violenza attiva, esamina in profondità la vita, gli scritti, la morte del guerrigliero eroico, materialista e ateo, che ha combattuto il sistema oppressore con le armi in pugno, teorizzando e vivendo la rivolta. Un confronto serrato che esplora le fonti dell'impegno militante di Che Guevara, alla ricerca delle convinzioni e dei valori sottesi alla sua scelta rivoluzionaria. Le conclusioni sembreranno paradossali a molti lettori, avverte l'autore nel presentare il suo lavoro: le due visioni della vita e del mondo mostrano infatti molti punti di convergenza, la componente etica rivela la stessa forza in entrambe. Non si tratta di una provocazione, ma di un invito a misurarsi con un progetto sull'uomo che non è affatto superato, con un pensiero critico e creativo che è ancora vitale proprio perchè basato sui principi della giustizia e dell'amore universale. Un amore “in cerca di efficacia storica” che è stato, per il rivoluzionario che non perse mai la tenerezza, una guida e uno stimolo continuo a superare ogni modello prefissato di società, compresa la prospettiva marxista, a combattere tutti i sistemi autoritari, a mettere l'uomo e il popolo al centro della sua riflessione e della sua azione.

 

 

Frei Betto
Gli dei non hanno salvato l'America
Sperling & Kupfer Editori
In questa raccolta di brevi saggi, articoli, riflessioni su vari aspetti del mondo globalizzato, Frei Betto offre un'acuta lettura dello spirito del nostro tempo, analizzando la crisi della modernità e l'insufficienza del capitalismo.

 

 

Arturo Paoli
Quello che muore, quel che nasce
Sperling & Kupfer Editori
Come il vecchio Simeone del Vangelo di Luca, Arturo Paoli è salito sulla torre ed è diventato esploratore. In questo libro troverete tracce di filosofia, di teologia, di economia e di politica, per attingerne la speranza, il solo bene che l'autore vorrebbe affidare alla generazione nascente.

 

 

Ignacio Ramonet, Ramón Chao, Wozniak
Piccolo dizionario critico della globalizzazione
Sperling & Kupfer Editori
Il titolo richiama un ordine alfabetico scelto per introdurre con semplicità gli argomenti in tema di no global e new global. Proprio come il dizionario, i concetti vengono illustrati definendone, secondo il caso, il significato, l'origine, la storia e offrendo strumenti fondamentali per orientarsi in una realtà estremamente variegata e complessa.

 

 

Eduardo Galeano
Le labbra del tempo
Sperling & Kupfer Editori
Le tante piccole storie contenute in questo libro raccontano, tutte insieme, la Storia toccando i temi cari allo scrittore uruguayano: l'infanzia, l'amore, la terra, la parola, la giustizia, la paura, la povertà.

 

 

Alberto Granado
Un gitano sedentario
Sperling & Kupfer Editori
Nel gennaio del 1952 Ernesto Guevara, allora studente di medicina, e il suo grande amico Alberto Granado, già laureato in biologia, partirono su una vecchia moto e percorsero Argentina, Cile, Perù, Colombia e Venezuela, spinti da spirito di avventura e fame di conoscenza. Quel lungo viaggio segnò profondamente le loro vite e le loro scelte future.

 

 

Rigoberta Menchú con Dante Liano
L'eredità segreta
Sperling & Kupfer Editori
Una favola nata dalla millenaria tradizione del popolo maya per ricordare ad adulti e bambini quanto sia importante ascoltare la voce della natura, rispettare i consigli degli anziani, coltivare i legami spirituali con tutti gli esseri viventi.

 

 

Riccardo Petrella
Il diritto di sognare. Le scelte economiche e politiche per una società giusta
Sperling & Kupfer Editori
Progettare il futuro è il primo compito di chi ha un ruolo politico. Oggi però la politica è il risultato di una cultura manageriale, influenzata dai poteri economici dominanti, secondo i quali il valore umano di una persona, un bene o un servizio si definisce in rapporto alla sua redditività. Con una analisi approfondita, Petrella dimostra che i sogni per un mondo più umano non solo non sono irrealizzabili, ma sono l'unica via possibile per costruire il domani.

 

 

Eduardo Galeano
Le vene aperte dell'America Latina
Sperling & Kupfer Editori
Una feroce e documentatissima denuncia dello sfruttamento delle risorse umane e materiali del contiinente latinoamericano dalla penna di un grande scrittore uruguaiano.

 

 

Eduardo Galeano
Giorni e notti d'amore e di guerra
Sperling & Kupfer Editori
L'autore ripercorre gli eventi sociopolitici che hanno determinato i destini di diverse capitali sudamericane, raccontando storie di gente comune. Una sorta di "diario" inedito dal forte impatto.

 

 

Eduardo Galeano
Splendori e miserie del gioco del calcio
Sperling & Kupfer Editori
In questo libro straordinario sono riuniti ricordi, appunti, interpretazioni sul sogno che il calcio rappresenta nell'immaginario della gente ma anche sul business esagerato che questo gioco è diventato e che spesso brucia i suoi protagonisti.
Il tutto proposto con l'ironia beffarda di Galeano.

 

 

Eduardo Galeano
A testa in giù
Sperling & Kupfer Editori
Eduardo Galeano completa, con questo volume, il percorso cominciato con "Le vene aperte dell'America Latina" e proseguito con la trilogia "Memoria del fuoco".
Una rappresentazione provocatoria e paradossale del capitalismo e delle sue presunte basi etiche, economiche e sociali, sulla tragica e grottesca condizione di quello che chiamano il "terzo mondo".

 

 

Joan Jara
Victor Jara
Sperling & Kupfer Editori
Questo libro, scritto da Joan Jara, la moglie inglese di Victor Jara, è più di una biografia appassionata, è la rievocazione di una stagione politica rovente, che sfociò in Cile nel colpo di stato militare del settembre 1973. Un evento intrecciato indissolubilmente alla storia personale di un uomo che credeva nella democrazia, nel progresso e nella forza delle propie canzoni al punto da essere assassinato nei giorni del golpe solo per far tacere il suo coinvolgente messaggio da artista.

 

 

Ernesto Guevara Lynch
Mio figlio il "Che"
Sperling & Kupfer Editori
Un ritratto intimo e ragionato del mitico Che, scritto dal padre, uomo colto e intelligente, che offre una visione dell'ambiente in cui il giovane Ernesto visse e maturò le proprie scelte.

 

 

Ernesto Guevara Lynch
Aqui va un soldado de América
Sperling & Kupfer Editori
Un titolo che riprende una frase pronunciata dal Che in una lettera alla famiglia. Una frase indicativa di una maturata consapevolezza etica e politica nei confronti di un continente che il giovane Ernesto Guevara aveva sempre sognato di liberare dalla miseria, dallo sfruttamento e dalla repressione.

 

 

Ernesto Che Guevara
Passaggi della guerra rivoluzionaria: Congo
Sperling & Kupfer Editori
Il diario inedito fino al 1999 del tentativo effettuato da Che Guevara nel 1965 di aiutare, con un centinaio di cubani, il movimento di liberazione del Congo dopo l'assassinio del leader progressista Patrice Lumumba. E' il resoconto amaro della prima missione internazionalista di Cuba in Africa, fallita per l'inadeguatezza dei combattenti congolesi ancora impreparati, politicamente e strategicamente, ad un riscatto che successivamente sarebbe riuscito invece all'Angola, al Mozambico e alla Namibia e ai neri del Sud Africa.

 

 

Ernesto Che Guevara
Otra vez
Sperling & Kupfer Editori
Otra vez, di nuovo: così semplicemente, Ernesto Guevara intitola il diario che scrive durante il suo secondo viaggio giovanile attraverso l'America Latina. Dopo aver preso coscienza nel 1952 con Alberto Granado delle condizioni precarie dell'umanità del continente, Ernesto Guevara, appena laureatosi, riparte da Buenos Aires per raggiungere il suo amico biologo fermatosi alla fine del primo viaggio in Venezuela. Ma non lo raggiungerà mai.
In Messico conosce dei giovani intellettuali guidati da Fidel Castro che stanno preparando la rivoluzione a Cuba.
Si unisce a loro e la sua vita diventerà storia.

 

 

AA.VV.
Che
Sperling & Kupfer Editori
Attraverso quattrocento fotografie, in gran parte inedite, e testimonianze, citazioni, interviste, il volume ripercorre la vita di Che Guevara, simbolo, negli ultimi trent'anni, della ribellione e dell'idealismo delle giovani generazioni.

 

 

Frei Betto
Uomo fra gli uomini
Sperling & Kupfer Editori
Chi fu davvero Cristo e quale il senso della sua venuta sulla terra?
Basata su una rigorosa ricerca storica, la vita di Gesù interpretata da Frei Betto, uno degli esponenti più prestigiosi della teologia della liberazione. Un Cristo in carne ed ossa interessato più all'amore che alla colpa, più alla giustizia che alla legge, più alla libertà che alla disciplina, più alla solidarietà che all'autorità, più all'allegria che alla severità della "valle di lacrime".

 

 

Frei Betto
La musica nel cuore di un bambino
Sperling & Kupfer Editori
Una novella scritta da Frei Betto che è la parabola di un bambino della strada brasiliana capace di scampare all'annientamento riservato a milioni di bambini del continente. Una sera il protagonista ritornando alla favelas non la trova più perchè l'hanno demolita nel corso della giornata. Malgrado questo non si da per vinto.
Seguendo il suono di un basso tuba, lo strumento che suo padre suonava, il bimbo attraversa tutto l'inferno quotidiano di una megalopoli sudamericana povera e disumana, e alla fine riesce a sopravvivere e a rinventarsi una sua nuova famiglia.

 

 

Leonardo Boff
Il bidone dell'immondizia che Dio non ha
Sperling & Kupfer Editori
Brani, racconti e pensieri all'insegna dell'amore di Dio per l'uomo, che affondano le proprie radici nella realtà, quella direttamente sperimentata da chi scrive, ed elaborati via via, maturati con l'affinarsi dell'esperienza da Leonardo Boff teologo della liberazione e uno dei più prestigiosi e discussi pensatori cattolici del nostro tempo.
Sono riflessioni maturate nel tempo con l'affinarsi dell'esperienza e con le difficoltà affrontate per vivere la sua moderna e rivoluzionaria cristianità.

 

 

Leonardo Boff
L'aquila e la gallina
Sperling & Kupfer Editori
L'aquila e la gallina sono i simboli di due modi di vivere l'esistenza umana: quello della realtà quotidiana, limitata e concreta, e quello dell'utopia dell'ideale, del desiderio di infinito. Con un linguaggio semplice e diretto, in sedici storie esemplari ambientate nelle favelas, nella miseria, Leonardo Boff, insigne teologo della liberazione, ci invita a riflettere sulla nostra condizione, ma anche ad agire concretamente perchè "i valori non si dicono, ma si vivono".

 

 

Irina Bajini
Il Dio delle onde, del fuoco, del vento
Sperling & Kupfer Editori
L'autrice, una studiosa italiana trapiantata a Cuba, descrive con esperienza di vita quotidiana nella precaria
L'Avana, il cammino singolare, i luoghi, le figure, i riti della santeria cubana, la religione del 70% dei cittadini dell'isola, nata dall'incontro del cattolicesimo del conquistatore spagnolo con le credenze dei neri dell'Africa, arrivati schiavi nei Caraibi a partire dal 1600.

 

 

(a cura di) Stefania Gallini
Guatemala Nunca Mas
Sperling & Kupfer Editori
Nunca Mas, mai più è il grido di dolore con il quale il vescovo guatelmalteco Juan Gerardi riassunse in un rapporto drammatico il crudele genocidio perpetrato negli anni '80 in Guatemala da tre generali dittatori nei confronti degli indigeni maya. Il vescovo fu assassinato pochi giorni dopo aver reso pubblica quella ricostruzione dei fatti. Il libro che riprende quel grido riunisce in un solo volume, il lavoro della Chiesa Cattolica guatemalteca e quello successivo della commissione ONU guidata dal giurista tedesco Christian Tomuschat che documentò in 4000 pagine intitolate "Memoria del silenzio" una repressione spesso elusa dai giornali occidentali e per la quale nel '98 è stato chiamato in causa come complice anche il governo degli Stati Uniti. La prefazione è di Rigoberta Menchù, indigena maya, Nobel per la pace nel 1992.

 

 

Dante Liano
L'uomo di Montserrat
Sperling & Kupfer Editori
Un romanzo d'azione, ambientato nel Guatemala del terrore degli anni '80, raccontato però da Dante Liano con una vena sarcastica, quasi grottesca perchè la realtà è vista con l'occhio di un militare dei servizi segreti, uno degli autori delle violazioni dei diritti umani che egli considera però inevitabili secondo una personale interpretazione del mondo cara alle dittature latino-americane dell'epoca. Così si alternano pagine irresistibili dove l'equivoco, il paradosso s'intrecciano alle vicende toccanti di un paese segnato fino agli inizi degli anni '90 dalla ferocia del regime militare.

 

 

Dante Liano
Il mistero di San Andrès
Sperling & Kupfer Editori
Il mistero di San Andrès è una narrazione di ampio respiro che riprende le forme tradizionali del romanzo storico per raccontare la magia dell'antica saggezza dei maya guatemaltechi attraverso le vicende di Benito Xocop, il cui doppio nella natura è un giaguaro, animale agile e coraggioso.

 

 

Màximo Cajal
Massacro in Ambasciata
Sperling & Kupfer Editori
L'ambasciatore spagnolo Maximo Cajal, vent'anni dopo, racconta l'insensato fuoco appiccato dalle forze di sicurezza della dittatura militare del Guatemala alla sede diplomatica spagnola che era stata occupata pacificamente da un gruppo di contadini della regione del Quiché per tentare di rendere pubblica la persecuzione messa in atto del regime contro i discendenti della civiltà maya per accaparrasi i minerali strategici esistenti nei loro territori. Una decisione criminale che costò la vita a trentasette persone, fra cui il padre del premio Nobel della pace 1992 Rigoberta Menchù. Quel massacro fu l'inizio del genocidio delle popolazioni maya in Guatemala che durò tutti gli anni Ottanta e non è stato mai condannato dalla Commissione dei diritti umani dell'Onu.

 

 

Italo Moretti
In Sudamerica
Sperling & Kupfer Editori
Italo Moretti, storico inviato della Rai in America Latina e testimone degli anni bui delle dittature militari del Continente negli anni Settanta, ricorda in un libro appassionante principalmente incentrato sul Cile del golpe di Augusto Pinochet e sull'Argentina dei generali che aprirono la piaga dei desaparecidos, un'esperienza umana e professionale di grande giornalista. Moretti riflette sulla inaccettabile impunità che per anni ha accompagnato gli autori di questi misfatti solo perché stavano dalla parte del mondo capitalista che afferma di aver vinto nei riguardi del comunismo la battaglia ideologica del secolo trascorso. C'è anche un commovente capitolo finale dedicato a monsignor Romero, vescovo e martire ucciso sull'altare della sua cattedrale in Salvador, ma dimenticato dal Vaticano nel momento di sceglierlo come beato.

 

 

Frei Betto
Battesimo di sangue
Sperling & Kupfer Editori
Frei Betto, domenicano di Belo Horizonte (Brasile), oggi uno dei più prestigiosi teologi della liberazione, ricostruisce in questo libro, con dovizia di documenti inediti, e alcuni anni dopo la sua prima pubblicazione, la storia della lotta clandestina sostenuta con i confratelli per mettere in salvo gli oppositori e i perseguitati dalla dittatura militare brasiliana negli anni Sessanta e Settanta. Il libro, che ripercorre anche la vicenda umana di Carlos Marighella, deputato in Parlamento con lo scrittore Jorge Amado e poi, prima di essere assassinato, capo della Resistenza, ricorda anche il martirio di alcuni religiosi, come Frei Tito, suicidatosi perché uscito dal carcere e riparato in Francia. Frei Tito infatti era ossessionato sempre dall'immagine del suo aguzzino più spietato, il famigerato torturatore di Stato Sergio Fleury, che invece rimase impunito fino alla sua morte .

 

 

Rigoberta Menchù, Dante Liano
La bambina di Chimel
Sperling & Kupfer Editori
C'era una volta una bambina chiamata Li M'in. Abitava a Chimel, un villaggio del Guatemala. Li M'in aveva un nonno che raccontava storie fantastiche, come quella dei due bambini che custodivano un campo magico di mais, o quella del folletto che intrecciava le code dei cavalli. Mentre cresceva, la piccola entrava in contatto con il bosco e le piante, imparava a conoscere gli animali della sua terra e il mistero dello spirito nawal, raccoglieva il miele per i suoi vicini. Non sapeva che un giorno sarebbe diventata Rigoberta Menchù e che avrebbe vinto il Premio Nobel per la Pace. In questo libro Rigoberta racconta, insieme con il suo amico Dante Liano, la favola mitica della sua infanzia nella terra dei Maya.

 

 

Marta Harnecker
L'arte di rendere possibile l'impossibile
Sperling & Kupfer Editori
Marta Harnecker ha scritto questo saggio sulla possibilità della sinistra latinoamericana di creare un'alternativa al neoliberismo, pensando soprattutto ai giovani dell'America Latina, ma più in generale a chiunque è interessato ai recenti sviluppi della politica internazionale. Un'opera potente e ricchissima di documentazione che traccia un bilancio critico dell'esperienza della sinistra nel continente, ma non si arrende.
La politica non è, come si dice, l'arte del possibile, ma l'arte di rendere possibile l'impossibile, costruendo forze sociali capaci di cambiare la realtà e di realizzare in futuro ciò che oggi appare irrealizzabile.

 

 

Roberto Fer. Retamar
Cuba defendida
Sperling & Kupfer Editori
Una visione dall'interno dell'isola più ribelle del Caribe da parte di un raffinato intellettuale che ha scelto di stare accanto ai rivoluzionari. Retamar offre in questo libro una selezione di saggi sulla multiforme realtà cubana illustrando argomenti chiave: dalle radici storiche della nazione alla sua lotta per l'indipendenza dalla Spagna, dall'esperimento politico costituito dalla rivoluzione del gennaio 1959 alla difesa strenua e appassionata pronunciata da Retamar a favore della "resistenza" di Cuba quando ormai il comunismo sembra fallito. Non manca una nostalgica rievocazione dell'eroe argentino Che Guevara, per il quale l'autore nutre un'ammirazione incondizionata.

 

 

Zélia Gattai
Anarchici grazie a Dio
Sperling & Kupfer Editori
Anarchi grazie a Dio è il fresco e brioso racconto dell'infanzia e dell'adolescenza dell'autrice, trascorse fra ristrettezze e sacrifici, ma colorate di emozioni e ricche di avvenimenti. E' l'odissea di una grande famiglia di italiani emigrati in Brasile alla fine del 1800, personaggi dalla straordinaria vitalità, coraggiosi sognatori che avevano lasciato la patria per poter sopravvivere o sperando di costruire un mondo migliore. Sullo sfondo scorrono gli eventi storici di quegli anni: la fondazioe della Colonia Cecilia, primo esperimento di comunità socialista in Brasile, al quale parteciparono anche i nonni paterni dell'autrice, il proliferare delle riunioni operaie e delle associazioni anarchiche, la vicenda di Sacco e Vanzetti, l'instaurarsi del fascismo in Italia... Avvenimenti pubblici e privati chela memoria intreccia in un vivace affresco, completato dadeliziose foto d'epoca.

 

 

Roberto Fernandez Retamar
Calibano
Sperling & Kupfer Editori
Ne La tempesta di Shakespeare, Calibano è essere grottesco e deforme, padrone dell'isola in cui cerca rifugio il mago Prospero, che riduce il mostro all'inpotenza e alla schiavitù grazie alla superiorità delle sue conoscenze. Nel 1900, lo scrittore uruguayano José Enrique Rodó fece di quella creatura brutale il simbolo del materialismo della civiltà tecnologica e capitalistica nord-americana, contrapponendogli un'altra figura del dramma shakesperiano, quella di Ariel, spirito dell'aria, personificazione della cultura latina, fondata sull'idealismo e i valori dell'umanesimo. Roberto Fernandez Retamar riprende questa metafora, capovolgendola. La riflessione di Retamar ripropone, con l'autorevolezza di un classico, temi che riemergono con forza nel mondo globalizzato: lo scontro tra “civilità” e “barbarie” e fra culture egemoni e diverse; il rapporto fra la storiografia eurocentrica e quella neoindigena; il problema del razzismo; il rapporto del Sud del mondo con la modernità.

 

 

Gianni Cipriani
Lo Stato invisibile
Sperling & Kupfer Editori
Negli ultimi cinquant'anni, in Italia come in molte altre realtà internazionali, gli apparati di controllo hanno aumentato enormemente il loro potere. Questa saggio è uno dei primi studi sistematici sullo spionaggio nel nostro paese dall'immediato dopo guerra fino all'inizio dei primi anni novanta e ne ripercorre la storia e il sistema di funzionamento sulla base di una imponente massa documentale politico-giudiziaria, costituita per la maggior parte dagli stessi rapporti dei servizi segreti italiani che di recente sono divenuti accessibili ai ricercatori, nonché dai documenti declassificati, che solamente oggi sono consultabili presso gli archivi degli Stati uniti. Il quadro che ne risulta mostra lo spionaggio come aspetto fondamentale, e per certi riguardi decisivo, dello scontro politico in Italia ed evidenzia tracce significative di una politica sotterranea, parallela a quella ufficiale, che ha sicuramente condizionato le vicende della democrazia.

 

 

Rigobertà Menchù
Il vaso di miele
Sperling & Kupfer Editori
La storia che Rigoberta ha voluto raccontare, con l'aiuto dell'amico Dante Liano, non nasce dalla fantasia, ma dall amagica natura del Guatemala e dalle tradizioni di una civiltà millenaria. In questa favola mitologica si incontrano donnole sapienti, ragazzi trasformati in scimmiette, alberi afflitti dalla malinconia e gemelli dalle virtù prodigiose che si divertono a bucherellare gli abiti di chi li ha offesi. Curiosi e straordinari personaggi attraverso i quali una discendente dei maya ci fa conoscere gli aspetti più significativi e poetici della cultura del suo popolo: il mistero dell'anima del mondo, il valore della riconoscenza e l'importanza di rispettare anche le più piccole creature perché la terra possa essere, come all'origine, il luogo in cui fioriscono i sogni.

 

 

Italo Moretti
I Figli di Plaza de Mayo
Sperling & Kupfer Editori
E' forse la pagina più scabrosa nella storia della sistematica e spietata persecuzione che i militari argentini, tra il 1976 e il 1983, misero in atto contro gli oppositori del regime. Riguarda il destino di circa cinquecento bambini, figli di giovani desaparecidos, sottratti alle rispettive famiglie e requisiti dagli ufficiali che avevano il diritto di spartirsi il “bottino di guerra”. Molti sono stati sequestrati piccolisimi assieme ai genitori. Altri erano nati nelle terrificanti prigioniclandestine, dove la madri erano state rinchiuse in attesa del parto. Rimasero tutti orfani, senza eccezioni. Le nonne – le abules de plaza de mayo- cominciarono subito a cercarli e continuarono per anni, organizzandosi e dando pubblicità alle loro iniziative, mentre i nipoti, ignari della propria effettiva identità , crescevano accanto a degli estranei, a volte in casa degli assassini stessi dei loro genitori. Dopo il ritorno della democrazia, una comissione governativa ha affiancato nelle indagini le associazioni dei familiari dei desaparecidos e da allora quasi un centinaio di ragazzi ha scoperto la verità sulle proprie origini. Italo Moretti li ha incontrati, ha raccolto le loro testimonianze, ricostruito il complesso lavoro investigativo necessario a rintracciarli e i dibattiti che i defferenti casi hanno suscitato tra giuristi e psicologi.

 

 

Sandro Calvani e Martina Melis
Saccheggio globale
Sperling & Kupfer Editori
Trafficanti di droghe, armi e persone, sfruttatori di lavoro forzato, falsificatori di documenti d'identità e finanziari, ladri telematici, predatori di legno, pietre preziose, pelli pregiate e altre risorse naturali…..Alle nuove specializzazioni della criminalità, nate e cresciute grazie alla globalizzazione, si intrecciano attività che sembravano debellate e invece riaffiorano protervamente, come la pirateria o le più recenti forme di schiavitù. I moderni gangster sfruttano tutte le possibilità offerte dalla tecnologia più sofisticata e da un mercato ormai privo di frontiere e agiscono quasi indisturbati, proliferando la dove gli stati sono schiacciati dal degrado politico e amministrativo, dove si sono sviluppate forme di capitalismo selvaggio che hanno ridotto in miseria la popolazione, dove lalegalità è scomparsa a vantaggio del profitto. Basato su documenti uficiali raccolti ed elaborati nell'ambito dell'ONU, Saccheggio Globale fornisce un inventario di queste attività criminose, che rappresentano un concreto e grave pericolo per la sicurezza individuale e collettiva, e che non possono essere considerate semplicemente un compito per le p olizie dei vari paesi.

 

 

Edoardo Montes-Bradley
Osvaldo Soriano
Sperling & Kupfer Editori
Osvaldo Soriano, oltre ad essere stato una presenza geniale, ironica e anticonformista della nuova letteratura latino-americana, ha vissuto anche la singolare esperienza di diventare, a partire dagli anni '70, uno scrittore di culto in Italia e Francia, prima ancora di essere apprezzato nel proprio paese, l'Argentina. Osvaldo era arrivato a Bruxelles- e aveva dovuto scegliere l'esilio a Parigi- perché un mascalzone lo aveva denunciato in televisione sostenendo che rappresentava “la sovversione culturale” che è “l'altra faccia della guerriglia”. Le scelte incuranti degli schemi o delle convenzioni politiche o culturali, le intuizioni, le storie, le tenerezze, i racconti beffardi, hanno d'altronde scandito la vita di Soriano e ancor più il ricordo che tanti amici conservano di lui da quando, nel gennaio del 1997, ha lasciato prematuramente questo mondo. Eduardo Monets-Bradley, un argentino giramondo, colpito da questa singolare nostalgia nei riguardi di Soriano, ha prima girato un film documentale fatto di testimonianze di amici e pi da questo lavoro per immagini ha ricavato un volume assolutamente inconsueto. Montes-Bradley ha ricostruito la personalità allo stesso tempo malinconica e allegra di questo sognatore. Un'opera accattivante che ci regala il ritratto inedito di uno scrittore che amava il calcio, la passione civile e l'ironia.

Chi č online
Abbiamo 69 visitatori online
GME Shop

Warning: mysql_fetch_row(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /web/htdocs/www.giannimina.it/home/stats/php-stats.recphp.php on line 466