Home arrow America Latina arrow Se il presidente capisse che salvare Ingrid č un obbligo giuridico e morale, non un favore
Se il presidente capisse che salvare Ingrid č un obbligo giuridico e morale, non un favore Stampa E-mail
 Latinoamerica n. 102/102, n. 1-2, gen/giu 2008

ATTI DEL CONVEGNO “LA FERMEZZA DELLO STATO QUANDO SONO IN PERICOLO I DIRITTI E LA VITA DEI SEQUESTRATI. ALLA LUCE DEL CASO BETANCOURT”

15 febbraio 2008   

sala conferenze fondazione Lelio Basso

LINDA BIMBI

L’incontro con la madre di Ingrid Betancourt è stato organizzato in questa sede dove i diritti umani sono il filo conduttore dagli anni Settanta di tutte le iniziative, di tutti i rischi, delle sofferenze che ci arrivavano da altre parti del mondo, ed è stata anche la sede della speranza dei tempi migliori.

Noi siamo amici da molto tempo del paese di cui ci occupiamo stasera. Negli ultimi 30 anni abbiamo organizzato degli hearing con larga partecipazione, soprattutto popolare, a Medellin, a Bogotà, nella selva del Choco, tutti con straordinaria e sorprendente partecipazione, anche delle popolazioni indigene. Tutto il paese è per i diritti umani, con Ingrid e con coloro che soffrono sulla propria pelle la violazione crudele e insistente di tali diritti. (...)

L’articolo completo potrà essere letto nel libro Politicamente scorretto 2 edito prossimamente da M. Tropea Editore.

 

 


< Precedente   Prossimo >
Chi č online
Abbiamo 22 visitatori online
GME Shop

Warning: mysql_fetch_row(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /web/htdocs/www.giannimina.it/home/stats/php-stats.recphp.php on line 466