Home arrow Archivio arrow Attualitā arrow "Carovane" in partenza a Piacenza
"Carovane" in partenza a Piacenza Stampa E-mail
"Il Manifesto",l 29 agosto 2004


C'è un'idea di fondo logica ed etica negli appuntamenti della settimana letteraria Carovane , che comincia domani a Piacenza con il premio di poesia intitolato a Nicolas Guillen. L'idea ha a che fare con l'impegno dell'intellettuale nella ingiusta e ipocrita società in cui viviamo. Ha a che fare con il dovere di evitare l'ambiguità, con l'obbligo di rendere esplicita la propria parola di testimonianza e di denuncia. Per questo, quando Maurizio Bottigelli ed Enzo Carra - i due librai organizzatori di questo vero e proprio festival della saggistica - mi hanno chiesto aiuto, a motivarmi profondamente è stata l'idea che potessero riunirsi domani pomeriggio alle 18 in piazza Duomo a Piacenza, per il seminario «diritti e libertà», Adolfo Perez Esquivel, Nobel per la pace, il grande poeta Ernesto Cardenal e Eduardo Galeano, oggi l'intellettuale più sincero e corrosivo del continente latinoamericano, quando si parla di libertà e di diritti. In tempi in cui, nel nome di una presunta sicurezza, la nazione leader del mondo cosiddetto democratico mortifica i diritti di migliaia e migliaia di persone, Perez Esquivel - carcerato e torturato dalla dittatura militare argentina alla fine degli anni 70 e scampato per miracolo ai voli della morte che scaricavano i «sovversivi» in pasto ai pescecani - ha firmato senza esitare, a maggio, un appello mondiale sul diritto di esistere della revolucion cubana, dopo l'inasprimento delle sanzioni volute dal governo di Bush junior.

Più recentemente, con una lettera pubblica, Perez Esquivel ha chiesto ragione all'industria Benetton della sua politica di accaparramento delle terre degli indigeni mapuche in Argentina: un vero e proprio esproprio di ricchezze patito dalle popolazioni autoctone della Patagonia.

Quanto a Galeano, conosciamo la sua capacità di critica verso gli eccessi del governo di Fidel Castro (memorabile l'articolo «Cuba duele»); al tempo stesso affermando, senza alcun tentennamento, il diritto dell'isola a scegliere il proprio destino. Lo sostiene quella idea di libertà dalla logica dell'economia capitalista che portò Ernesto Cardenal, religioso e poeta insigne, a subire con dolore i pubblici rimbrotti di papa Giovanni Paolo II per aver accettato un incarico di ministro nel governo sandinista, permettendo all'esausto Nicaragua di sperare ancora.

A Piacenza - dopo il seminario «diritti e libertà» -seguirà, martedì, l'incontro con i rappresentanti dei «sem tierra» brasiliani, con Jean Zigler, con Marina Forti, e ancora con Esquivel; si parlerà poi del diritto alla terra conquistato da coloro che la lavorano. La giornata di mercoledì sarà dedicata a riaffermare il diritto alla poesia in un'epoca di brutalità, mentre giovedì, con Loretta Napoleoni, Giorgio Galli, Zvi Schuldiner, Gianni Cipriani e Eduardo Galeano si parlerà del «terrorismo come sistema». Il diritto all'acqua in un pianeta che ha sete sarà il tema del dibattito di venerdì, al quale parteciperanno i rappresentanti degli indigeni boliviani, Michael Albert e Maurizio Chierici. Infine, sabato è in programma un incontro con Franco Giustolisi, autore del libro L'armadio della vergogna , sulle decine di stragi impunite compiute fra il '44 e il '45 dai nazifascisti; ci saranno anche due partigiane, Valkiria Terradura e Teresa Mattei, alle quali non pesano gli ottant'anni e che simbolicamente chiederanno a Giancarlo Caselli, procuratore generale a Torino, se è stato giusto far subire alle famiglie delle vittime lo sfregio dell'impunità concessa agli aguzzini. Molti dibattiti, dunque, da una parte per affiancare lo spirito di un'epoca in cui i documentari sloggiano i film dalle sale cinematografiche, dall'altra per contrastare la tendenza dei mezzi di informazione che ricordano l'orrore subito dal povero Baldoni dimenticando, però, i cento morti civili ammazzati in un giorno dalle truppe del governo del nuovo Iraq «democratico».

 

< Precedente   Prossimo >
Chi č online
Abbiamo 29 visitatori online
GME Shop

Warning: mysql_fetch_row(): supplied argument is not a valid MySQL result resource in /web/htdocs/www.giannimina.it/home/stats/php-stats.recphp.php on line 466